fbpx
Connect with us

Hi, what are you looking for?

Di Senso e Linguaggio - 3 casi - WAWWS
Di Senso e Linguaggio - 3 casi - WAWWS

WAWWS

Di Senso e Linguaggio – 3 casi – WAWWS

Uno tra gli esperimenti che più affascinano chi scrive su WAWWS, e che ha informato gran parte dell’approccio del sito all’argomento Videogiochi nel corso degli anni, consiste nella ricerca di titoli che sfruttino le caratteristiche di base del medium non soltanto per mettere insieme l’apparato del gameplay, ma anche per veicolare messaggi, suggerire atmosfere, pervenire ad un livello di espressione che possa ritenersi ragionevolmente autonomo.

Un conto, infatti, è enumerare le caratteristiche di cui sopra e individuare dei preliminari distinguo rispetto agli elementi e agli intenti di altre forme di intrattenimento, campo sul quale gli accademici si sono già abbondantemente prodotti; altro è l’adoperarsi, da parte di chi sviluppa, in funzione di un loro superamento.

Questo breve articolo individua tre prodotti, in tre diversi ambiti dell’industria, nei quali questo intento è non soltanto venuto a galla, ma è diventato elemento chiave del loro design e della loro lettura generale; ognuno di questi “casi” meriterebbe maggiore approfondimento, ma in questa sede ci si accontenterà di lanciare il proverbiale sasso nello stagno alla ricerca di sempre utili spunti.

https://lh3.googleusercontent.com/K6tx3JnBZIhkF6KaWdozFsHg3ewE9D1qY2qRXrN8IzjQRnrC4UawcYf6QXh03RglKNB2w1YC0sGKMpAh-w=s1594

IKaruga (TREASURE, 2001)

Pur rientrando a pieno titolo nel novero dei danmaku/bullet hell, che di norma chiedono al giocatore di sfuggire al caos, Ikaruga gli impone di farvi ordine: l’omonima navicella può infatti assumere due “polarità” e assorbire i proiettili del colore corrispondente.

Oltre ad avere ripercussioni critiche sulla fase giocata, questa scelta si ricollega tanto al concetto Buddista di Yin e Yang (appunto “equilibrio nel caos”) quanto a quella circolarità del tempo e della vita che pur presentata in chiave distruttiva, costituisce il tema fondante del gioco.

Persino i titoli dei capitoli richiamano esplicitamente le varie fasi della Metempsicosi filosofica. Senza flettere una tra le convenzioni cardine del genere, forse Treasure non avrebbe raggiunto una simile quadra tra meccaniche e temi.

The Last of Us (Naughty Dog, 2013)

La dove la permeazione simbolica nel gameplay di Ikaruga è organica, integrata ma non necessariamente evidente, The Last of Us non esita a spiazzare la propria utenza pur di mettere in primo piano la vicenda narrata: sul finire dell’avventura, in un frangente ormai divenuto iconico, Joel si appresta a sollevare la piccola Ellie verso un’area inaccessibile del livello – un’azione di routine, ripetuta decine di volte…

Ma Ellie è distratta, seduta in un angolo, e non risponde al primo comando. Quando Joel la richiama nuovamente, le animazioni e il tono dell’interazione cambiano del tutto, evidenziando un disagio che finirà per amplificare la risposta emotiva del giocatore nelle toccanti scene successive.

Soluzioni del genere configurano il gameplay quale strumento duttile, sorprendente, modellabile in funzione espressiva anche in accordo con altri espedienti.

Florence (Mountains, 2018)

C’è da sorprendersi che l’espressione forse più “radicale” di quanto detto in apertura arrivi dal mondo indie? Ken Wong ed il Mountains Studio, già autori dell’apprezzato Monument Valley, si cimentano in una visual novel che racconta la prima storia d’amore importante di una giovane ragazza senza ricorrere ad alcun dialogo: ogni azione significativa è presentata attraverso minigiochi progettati in modo tale da suggerire non soltanto la natura dell’azione in sé, ma anche i suoi accenti tonali.

Col procedere degli eventi, dunque, questi momenti di interazione diventano più o meno complicati, più o meno concitati o sgargianti sul piano visivo. Sempre cristallino nel dipanare le pieghe del proprio racconto, Florence fa affidamento sulla spontaneità con cui il mezzo accosta immagini, colori, suoni ed interazioni – ma è soprattutto il valore simbolico associato a queste ultime, frutto di riflessioni umane trasposte in design, a rendere così rilevante questa creazione.

Se chiediamo al Videogioco una voce univoca ed inconfondibile, è possibile che da Mountains sia già arrivato un contributo cruciale.


斑鳩 IKARUGA - Switch

Ultimo aggiornamento 2020-11-12 / Dalvin.it / Immagini da Amazon Product Advertising API

Scopri Dalvin Market

Il nostro team è sempre al lavoro per scovare i migliori prodotti (marche e prezzo), filtrare le vere opportunità di mercato, consigliarti i prodotti dei migliori brand e gli articoli del momento, attraverso l’utilizzo di programmi specifici, ogni giorno.

Iscriviti subito al canale Telegram Dalvin Market e non perdere il prossimo affare!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti anche:

Sticky Post

Cos’è Amazon Warehouse? Ti stai chiedendo come sia possibile che nella playlist quotidiana di Dalvin Market si trovino articoli con sconti fino al 90%?...

Deals

Amazon si sta impegnando sempre di più per rendere gli acquisti nel proprio marketplace più semplici e comodi per gli acquirenti, introducendo finalmente la...

Deals

Immagina: un’auto a noleggio con la semplicità di un acquisto su Amazon! Vorresti un auto a noleggio che ti garantisca: Burocrazia quasi nulla Costi...

Tech Life

In questo approfondimento parleremo di Telegram: Servizio di messaggistica istantanea con oltre 400 milioni di iscritti (ad oggi) e che registra un incremento di...

Copyright © 2020 powered by Dalvin. Dalvin.it: approfondimenti, guide e consigli su come risparmiare sul web. Ottimizza le tue spese, risparmia con noi! In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Tutti i marchi, registrati e non, e altri segni distintivi presenti nel sito appartengono ai legittimi proprietari e non sono concessi in licenza né in alcun modo fatti oggetto di disposizione, salvo espressamente indicato.

Scroll Up